• Capraia,  Fauna

    La Poiana

    La poiana comune (Buteo buteo), nota anche come bozzago, bozzagro, bozzegro, buzzago, buzzagro o abuzzago, è un uccello rapace della famiglia Accipitridae. Questo predatore di medie dimensioni ha una lunghezza compresa tra 51 e 57 cm, un’apertura alare dai 110 ai 140 cm, e un peso che varia da 520 a 1.000 g per i maschi e 700-1.300 g per le femmine.Ecco alcune informazioni sulla poiana comune: Nelle foto a Capraia è ripresa nella zona dell’ex carcere.

  • Capraia,  Fauna

    La Chiocciola di Capraia

    “Uno dei più significativi tesori della natura che caratterizzano le isole dell’Arcipelago Toscano, è la chiocciola di Capraia, un mollusco terrestre, appartenente alla classe dei Gasteropodi, all’ordine dei Polmonati e alla famiglia degli Helicidi, la stessa delle comuni chiocciole eduli tanto amate dai buongustai francesi e italiani.Il suo nome scientifico, Tacheocampylaea tacheoides, è senz’altro poco simpatico, ma, coniato nel 1909 dal malacologo piemontese Carlo Pollonera, è ormai scritto nei libri della scienza ed è, quindi, immutabile.I motivi principali del suo interesse consistono nel fatto che “Tacheo” (d’ora in avanti la chiameremo così) è endemica dell’isola di Capraia, esiste, cioè, solo a Capraia ed è certamente un’entità che ha sulle spalle…

  • Capraia,  Fauna

    L’Airone

    L’airone è un uccello trampoliere dalle caratteristiche affascinanti. Appartiene alla famiglia degli ardeidi (Ardeidae), che comprende gli aironi. Questi uccelli hanno un aspetto slanciato, con gambe e collo lunghi, coda corta e becco robusto.Ecco alcune informazioni interessanti sugli aironi: A Capraia si avvistano lungo la costa

  • Capraia,  Fauna

    Il Corvo Imperiale

    Il corvo imperiale (Corvus corax) è un uccello passeriforme appartenente alla famiglia Corvidae. È uno dei più grandi rappresentanti viventi dei Passeriformi. Le sue dimensioni raggiungono fra i 56 e i 69 cm di lunghezza, con un’apertura alare che può sfiorare il metro e trenta centimetri .Questo maestoso uccello è facilmente riconoscibile grazie alla sua colorazione nera lucente con riflessi metallici. Pur essendo un parente abbastanza stretto dei comuni passeri e canarini, il corvo imperiale sostituisce gli avvoltoi nell’emisfero boreale. La sua dieta è estremamente varia, e si nutre praticamente di tutto ciò che è in grado di inghiottire dopo averlo spezzettato col forte becco. La sua innata cautela lo…

  • Capraia,  Fauna

    Il Gabbiano Reale

    Il Gabbiano Reale, noto anche come Gabbiano Reale Zampegialle o Gabbiano Reale Mediterraneo (Larus michahellis), è un uccello caradriiforme appartenente alla famiglia Laridae.È un uccello di grosse dimensioni con una lunghezza di 52–58 cm e un’apertura alare di 120–140 cm. Nell’adulto, le parti superiori sono grigie e la testa, le parti inferiori e la coda sono bianche. Le punte delle ali sono nere con le estremità bianche. I giovani hanno una colorazione completamente diversa: sono grigio-marroni, hanno le zampe grigie e la colorazione della testa variabile dal bianco striato di grigio a completamente scura.Il Gabbiano Reale si nutre di pesci, molluschi, crostacei, policheti, echinodermi, scarti dell’alimentazione umana, ratti, vermi o…

  • Fauna

    Il Gheppio

    I gheppi sono dei piccoli uccelli rapaci, a Capraia si trova il Gheppio comune (Falco tinnunculus) in particolare nel vecchio carcere. Il gheppio comune (Falco tinnunculus) è un rapace diurno che si trova in Europa, Africa e Asia. Questo piccolo falco è noto per il suo caratteristico volo oscillante e la sua abilità di cacciare in ambienti urbani. Ecco alcune informazioni su di lui:

  • Fauna,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il Trottoir nelle grotte di Capraia

    All’interno delle grotte di Capraia si osserva uno strato rossastro che è formato da alghe calcaree Lithophyllum comunemente noto come “trottoir” ovvero marciapiede in francese. Si tratta di un tipo di concrezione detritica su substrato duro costituita da svariati tipi di organismi animali e vegetali che hanno la particolarità di fissare il carbonato di calcio.

  • Fauna

    Il Falco Pescatore ha fatto il nido

    Comunicato del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano del 5-5-2021 Foto di Rizzo Pinna e Giampiero Sammuri Eccezionale nidificazione di falco pescatore all’Isola di  Capraia (LI) Il Presidente Sammuri emette un’ordinanza di interdizione all’area per tutelare la schiusa delle uova Capraia continua ad essere un’isola straordinaria per la biodiversità: dopo il ritorno della foca monaca dello scorso anno,  circa 70 anni dopo gli ultimi avvistamenti, si è aggiunta un’altra straordinaria novità, la prima nidificazione del Falco Pescatore nell’Arcipelago Toscano dopo 90 anni. L’ultima nidificazione nell’Arcipelago Toscano  sicuramente documentata risale a prima del 1930 all’isola di Montecristo, anche se ci sono informazioni, non validate scientificamente, che lo vorrebbero ancora nidificante nella stessa isola…

  • Capraia,  Fauna

    La Foca Monaca

    La Foca Monaca è davvero presente all’isola di Capraia Una foca monaca è stata avvistata a Capraia, nell’Arcipelago Toscano: è stato Fabio Guidi a dare la bella notizia al Presidente del Parco Nazionale Arcipelago Toscano, inviandoci il video che conferma il secondo avvistamento a distanza di pochi giorni Il 9 giugno 2020 Nicola, un turista, racconta che avvistato la foca e fa il video con il cellulare, si vede la piccola testina rotonda che sbuca dall’acqua. L’avvistamento è stato fatto tra punta della Fica e cala di Ceppo “ho visto uscire qualcosa fuori dall’acqua ed ho pensato subito ad un delfino, ma avvicinandosi ci siamo accorti increduli che si trattava…

  • Capraia,  Fauna

    Capraia, la caccia (fotografica) al giovane Gipeto

    Domenica 7 giugno 2020, anche a Capraia a volte il sole stenta a farsi vedere, la domenica infatti sembra destinata a proseguire sonnolenta quando ricevo una telefonata dal Presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano Giampiero Sammuri. “Fabio lascia perdere il Falco Pescatore” (di cui siamo entrambi grandi appassionati) “c’è un Gipeto a Capraia! Ti mando le coordinate che mi hanno appena comunicato” e tramite WhatsApp mi è arrivata la posizione. Il giovane Gipeto infatti è controllato con un GPS che informa della sua posizione e viene dalla vicina Corsica dove è stato liberato.La posizione è delle ore 14 ed il Gipeto sembra volare nei dintorni del Monte Castello. Mi organizzo…

  • Capraia,  Fauna

    Il Marangone dal Ciuffo

    Il Marangone dal ciuffo (Phalacrocorax aristotelis desmarestii) è simile al Cormorano, con piumaggio nero, che alla fine dell’inverno e in primavera assume, negli adulti in riproduzione, tonalità lucenti e cangianti, con un becco adornato di un giallo brillante. In questo periodo certi individui sviluppano un piccolo ciuffo di piume che si erge sulla fronte. I giovani hanno piumaggio del dorso marrone anzichè nero e il ventre e collo color chiaro, talora bianco. Il Marangone dal ciuffo è un tipico uccello immersionista. Il corpo è allungato, le zampe molto arretrate così da meglio servire come propulsori nel nuoto. Pesca per lo più pesci che rincorre attivamente e cattura sott’acqua. La popolazione…

  • Capraia,  Fauna

    Il Gabbiano Corso

    Il Gabbiano Corso (Larus audouinii) è un gabbiano raro e più piccolo del Gabbiano Reale e compare ancora nella famigerata lista rossa degli uccelli in pericolo di estinzione. La colorazione del piumaggio è analoga al Gabbiano Reale ma il grigio è più perlato. Le zampe sono grigio scure, l’occhio è scuro e il becco è di un magnifico rosso corallo/amaranto, con una banda trasversale nera e l’apice talora crema. E’ una specie coloniale, molto dipendente da fonti alimentari marine, specializzato nel pescare pesci e cefalopodi in superficie. Frequenta per lo più coste e baie tranquille. Non vola in alto e non frequenta l’interno dell’isola. l gabbiano corso è presente in…

  • Capraia,  Fauna

    Il Muflone

    Il Muflone (Ovis musimon) appare come una grande capra selvatica, raggiunge i 40 chili di peso nei maschi che sono più grandi e sono dotati di poderose corna ricurve all’indietro. Le corna crescono e si contorcono a spirale con l’età. Il mantello è fulvo con macchie più chiare sui fianchi. Difficile non vederli questi grandi ovini selvatici dalle robuste corna ricurve, introdotti anni fà sull’isola, i mufloni si sono facilmente acclimatati e vivono indisturbati sopratttutto nella parte nord dell’isola, dalla piana all’ex colonia penale. Nei dintorni del paese,tra la Bellavista e il Segalaio un bel gruppo composto da una decina di femmine con i piccoli ed alcuni maschi, si può…